INVIA COMUNICATO STAMPA

Video of the Day

Latest Post

mercoledì 22 aprile 2020

0

Fase due, la proposta campana per ripartire in sicurezza



Si chiama Smarties-Covid19 Industry il progetto presentato dalla Campania al Ministero della Ricerca e Innovazione e a tutti gli organi istituzionali per procedere alla ripartenza in sicurezza su tutto il territorio nazionale, in accordo con le richieste del presidente della Regione De Luca, come ha spiegato Giuseppe Romano, presidente Cise e Asi a il Mattino: “Sono numerose le aziende nelle nostre terre e in tutto lo Stivale che soffrono lo stop alle attività. Anche il Sud è ricco di realtà produttive, alcune medio piccole che rischiano maggiormente rispetto alle grandi imprese del Nord. È per questo che stiamo studiando già dall’inizio dell’emergenza insieme a degli esperti il modo migliore per affrontare questa situazione e danneggiare il meno possibile l’economia. Abbiamo chiesto dei sussidi per le aziende che in parte sono arrivati: questo permette di poter mantenere vive momentaneamente le industrie e fare manutenzione, ma anche di pagare gli operai nonostante in tanti casi sia ferma la parte produttiva”.

La proposta campana ha l'obiettivo di tutelare la salute dei lavoratori attraverso l'uso della tecnologia ed evitare assembramenti, mettendo anche a disposizione centri di assistenza sanitaria all’interno delle aree industriali mentre verranno scaglionati gli orari di lavoro, anche col rischio di dover modificare i turni pur di garantire il distanziamento sociale, come sottolinea Romano; “La protezione è fondamentale all’interno delle aziende: lavorare in condizioni di rischio contagio vorrebbe dire bloccare in maniera sicuramente più lunga l’attività poi, come purtroppo è capitato ad alcune aziende del Nord. Rispettare le misure di sicurezza vuol dire continuare a produrre e tutelare i lavoratori e le loro famiglie, ed è per questo che abbiamo sottoposto al Ministero il progetto Smarties-Covid19 Industry”.

In questo modo oltre alle logiche precauzioni e all’imposizione dei comuni dispositivi di sicurezza forniti ai lavoratori dalle stesse aziende, si propone di introdurre all’ingresso delle aree una camera termografica in grado di rilevare la temperatura corporea di chi accede ai luoghi di lavoro,  ma anche un portale tecnologico che possa controllare l’uso corretto della mascherina, gli accessi attraverso lo smartphone, il numero di persone all’interno e quindi i possibili assembramenti, la distanza sociale. Anche all’esterno delle aree aziendali verranno vietati gli assembramenti, e la verifica avverrà attraverso un sistema Nvr-Dvr intelligente con video analisi on-board.

Un particolare bracciale indossato dai lavoratori che lo vorranno permetterà inoltre di monitorare il distanziamento sociale, la temperatura corporea e anche il livello di saturazione di ossigeno nel sangue, e in caso di rilevamenti pericolosi il bracciale emetterà un allarme per segnalare ulteriori verifiche, e la segnalazione arriverà anche alla control room di ciascuna azienda. Chiaramente i dati verranno associati a codici anonimizzati per la tutela della privacy: “È importante far capire che non è interesse delle aziende violare la privacy dei lavoratori, l’unico interesse è tutelare la loro salute nel bene stesso dell’azienda e degli altri lavoratori e delle rispettive famiglie. Un ulteriore diffusione del virus potrebbe nuocere gravemente sotto l’aspetto sanitario ma anche industriale: ecco perché da qualunque punto di vista si guardi la priorità resta sempre la salute”, sottolinea il presidente Cise e Asi. “Il nostro progetto si ispira all’esperienza della provincia autonoma di Trento, ma con delle opportune modifiche migliorative. Al momento sembra l’unico modo per ripartire limitando il più possibile i rischi. La ripartenza graduale è comunque necessaria per salvare l’economia: in questo momento sembra aumentare notevolmente il divario tra ricchi e poveri. Soprattutto le aziende più piccole vengono danneggiate da questa situazione poiché soffrono anche la difficoltà degli approvvigionamenti di materie prime che tendono a scarseggiare: hanno meno liquidità disponibile rispetto ad industrie più grandi e riescono a sfruttare meno la velocità. Questo può ovviamente portare al fallimento di alcune piccole attività, che invece meritano di essere salvaguardate perché fanno parte dell’economia del Sud e ne sono in alcuni casi addirittura motore trainante”.

Proposte innovative e all’avanguardia dunque quelle che partono dalla Campania e che tengono a cuore la salute pubblica alla base anche del buon funzionamento della nuova economia italiana, ora valutate dagli esperti del Governo per procedere in sicurezza verso la fase due.


mercoledì 15 aprile 2020

0

Napoli e il coronavirus: nasce Fuorigrotta Solidale

Napoli e il coronavirus: nasce Fuorigrotta Solidale per non lasciare indietro nessuno e risponde all’emergenza e alla derivante crisi economica con la solidarietà. Lo racconta ai microfoni de Il Mattino un gruppo di volontari che hanno messo in pratica l’iniziativa Fuorigrotta Solidale. Infatti gli attivisti di Dinamica e Casa del popolo Fuorigrotta, associazioni no profit che da sempre operano nel sociale si sono organizzati nel rispetto del decreto per distribuire la famosa spesa sospesa, come racconta Annalisa Mantellini, consigliere della X Municipalità in un’intervista al giornale partenopeo: “Spesso ci siamo trovati davanti a genitori che, con le lacrime agli occhi, volevano sdebitarsi per la spesa che portavamo nelle loro case. Qualcuno non riusciva a credere che potesse ricevere gratuitamente qualcosa, in tanti hanno pianto. Anziani soli, impossibilitati ad uscire che hanno ricevuto medicinali, e insieme anche un pensiero che ha dato loro forza. E vedere questo ci ha fatto capire quanto è importante quello che facciamo e ci dà la forza di continuare ogni giorno: loro non lo sanno, ma ricambiano qualsiasi sforzo con le emozioni che ci danno, che non si possono descrivere. Ci fanno sentire umani, ci fanno riflettere su molte cose: il regalo più grande per questa Pasqua è stato consegnare delle uova di cioccolato realizzate da una cioccolateria delle nostre zone ai bambini che non potevano averne. Quegli occhi e quei sorrisi valevano più di qualsiasi sforzo, di qualsiasi cifra”.

Accanto alla sua, anche altre testimonianze della grande collaborazione di tutta la città: “Sono tanti i napoletani che hanno voglia di aiutare, tanti i carrelli sospesi che le persone riempiono nei supermercati di Fuorigrotta. C’è collaborazione e solidarietà, e anche attraverso la pagina Fb dell’associazione Casa del Popolo Fuorigrotta è possibile segnalare famiglie in difficoltà o ricevere informazioni su come poter lasciare un contributo”, spiega Gianluca Cavotti, anche lui consigliere della X Municipalità. Trasparenza nella distribuzione e tanta voglia di fare in un periodo in cui l’Italia attraversa la crisi più grave dal Dopoguerra.

“Apparteniamo tutti ad associazioni no profit – ha precisato Antonio Luongo, consigliere Ente Idrico Campano, durante l’intervista - e riceviamo numerose segnalazioni anche dal Comune di Napoli. C’è un numero per prenotare la propria spesa solidale o segnalare che è lo 0817955555, attivo dal lunedì al venerdì o anche attraverso il sito del Comune di Napoli. Abbiamo istituito un Iban dedicato esclusivamente alle donazioni che trovate sulle nostre pagine e chi dona durante questa emergenza è soggetto a sgravi fiscali: per ogni bonifico, di qualsiasi cifra, ci sarà ovviamente una ricevuta e c’è la possibilità di detrarre il 30% dell’importo versato al momento della dichiarazione dei redditi”.

Anche Franco Veri e Fabiana Di Costanzo, rispettivamente presidente e segretaria dell’associazione Dinamica, hanno raccontato le loro esperienze: “A volte non ci rendiamo conto della povertà che ci circonda, che magari è dietro l’angolo e presi dalla nostra vita non prestiamo attenzione. Mi sono trovato davanti persone che in questo periodo si sono privati anche delle cose più comuni”, è l’esperienza di Franco. “Quando hanno trovato una mano tesa verso di loro si sono aperti: a tante persone mancano cose che spesso molti danno per scontate. E non è giusto vedere certe scene. Nessuno dovrebbe privarsi dei beni di prima necessità e tutti coloro che si lamentano di aver perso dei privilegi dovrebbero passarsi la mano sulla coscienza. C’è chi non ha bisogno di aiuti statali per tanti motivi ma ne fa richiesta semplicemente perché si vede ridotto le entrate: questi riescono a guardarsi allo specchio la mattina? Sanno che ci sono persone che hanno problemi ben più gravi? L’Italia non deve fermarsi, le imprese devono avere i supporti necessari per evitare il fallimento: ma forse oggi, davanti a tutto questo dovremmo accontentarci, ridurre tutti i nostri guadagni al necessario, a favore di chi davvero lotta contro la fame”. 

Completamente d’accordo anche Fabiana, e aggiunge: “Ci sono immagini difficili da descrivere, ma la fotografia più bella della nostra città è quella di una Napoli che non abbandona nessuno, che lotta con dignità, accogliente e generosa con tutti, senza distinzioni di razza o genere. Quella dei più giovani che portano spesa e medicinali agli anziani, per proteggerli. Quella del cestino nei vicoli del centro storico con la scritta “Chi può metta, chi non può prenda”, o quella di un carrello pieno fuori al supermercato: anche questo va raccontato in un momento in cui molti pur avendo il frigo pieno e i familiari sani, magari comodi e al caldo nelle loro case, si deprimono o si lamentano delle restrizioni”.

È questa la Napoli bella da raccontare ai tempi del coronavirus, quella dal gran cuore pronta ad aiutare il prossimo.



venerdì 28 febbraio 2020

0

Delietta Gol, l'appuntamento con i grandi del calcio della giornalista Delia Paciello con Lino D'Angiò




Persino Maradona non ha resistito al fascino e alla simpatia di Delietta Gol, il nuovo format televisivo condotto dalla giornalista Delia Paciello con la partecipazione straordinaria di Lino D’Angiò, in onda ogni mercoledì su Tele A e su Sky 903: infatti El Pibe de Oro si è collegato in diretta per congratularsi con Gattuso, altro ospite frequente del programma, proprio il giorno dopo Napoli-Barcellona. E Sarri a pochi minuti dal fischio d’inizio di Lione-Juve ha parlato ai loro microfoni dall’esterno dello stadio: insomma i grandi del calcio passano per Delietta Gol. E così fra gag esilaranti e simpatiche battute si sviluppano i temi calcistici attuali con molta professionalità e tanti approfondimenti grazie agli ospiti tecnici che si alternano in puntata: in panchina infatti ogni settimana un ex calciatore e un giornalista oltre a una ricca tribunetta vip con tifosi di varie squadre italiane. Nell’ultima puntata anche l’intervista della giornalista a Di Lorenzo subito dopo il match di Champions, o in quella precedente Luigi De Laurentiis: contributi giornalistici per essere sempre sul pezzo e apportare notizie fresche ai telespettatori in maniera fruibile e leggera.


“A noi di Delietta Gol non piace prenderci troppo sul serio”, fa sapere la conduttrice. E Spiega: “Già il nome, nato da un’idea di Lino D’Angiò e approvato a gran voce dal pubblico attraverso i sondaggi social che amo lanciare di continuo, la dice lunga sullo stile del programma. Ironia, sorrisi, leggerezza, ma anche informazione e approfondimenti tecnici preparati con grande attenzione. Io non credo alle cose impostate, in questo format abbiamo stravolto un po’ tutto e abbattuto gli stereotipi: niente ragazze scosciate sullo sgabello, ma le donne di Delietta Gol che si alternano sulla panchina o in tribunetta sono tutte preparate almeno quanto un uomo, se non di più. E visto che a seguirci ci sono anche tante tifose, abbiamo pensato di deliziare anche loro con i meravigliosi modelli che prendono parte al programma, spesso vincitori di concorsi di bellezza”. E anche qui non manca la nota di ironia della giornalista: “Certo che di belli poi ne abbiamo tanti: oltre a Lino, che tra l'altro questo weekend sarà impegnato anche nel suo spettacolo teatrale molto divertente Tutta colpa di Tele...Garibaldi al teatro Di Costanzo Mattiello a Pompei, il simpaticissimo imprenditore laziale Luigi Di Fonsi o i nostri ex calciatori e allenatori, da Scarlato a Casale. Senza dimenticare la vera star Flavio Berti, acclamatissimo dal pubblico dopo il suo esordio nella rubrica Commenti da Gugol. La verità è che se non li cito fra i belli poi me li sento borbottare in puntata”, scherza.


E allora Delietta Gol diventa un modo piacevole e divertente per restare aggiornati sugli argomenti sportivi: “Sono contentissima degli ascolti e delle critiche positive che mi invadono fin dall’inizio del programma. Siamo alla terza puntata e vogliamo sorprendervi ancora con tante novità”, aggiunge Delia Paciello. E infatti non mancano colpi di scena ad ogni appuntamento.

Numerosi sponsor per la produzione del programma insieme all’emittente e alla Multiservice di Latina rappresentata dal direttore e manager Assunta Maria Capozzi con il dottor Luigi Di Fonsi: fra questi Euronics Gruppo Tufano, già sponsor ufficiale della Ssc Napoli e azienda leader sul territorio italiano, e Mvm Pharma di Aniello Vinciguerra con la rubrica Top&Flop, che ogni settimana ospita dei professionisti legati ai temi trattati: dal campione mondiale di natural body building, Francesco Busanca, alla dottoressa, ricercatrice e nutrizionista Silvana Di Martino; ma anche grandi aziende e marchi internazionali come Le Cinema Cafè, Mvm, Directa Fin, Monti Metalmeccanica, GF Napoli, Remi, 2f Project, General Forniture, 2p Asfalti e tante altre. Insomma una grande produzione per un programma che ha riscosso fin da subito grande successo, e al quale il pubblico sembra già parecchio affezionato. 



mercoledì 19 febbraio 2020

0

MIR Tech 2020 nel segno dell'innovazione e dello spettacolo



8 - 10 marzo 2020, Fiera di Rimini. Sono queste le date e il luogo che addetti ai lavori e appassionati del mondo dello Showbiz si devono segnare in agenda per non perdersi la quinta edizione di MIR Tech, la fiera organizzata da Italian Exhibition Group diventata punto di riferimento del settore, grazie ad un format unico nel suo genere con focus sul mondo delle tecnologie Light, Sound, Visual, Integrated System & Broadcast.
Tante riconferme ma anche molte novità e un calendario ricco di appuntamenti. Si parte con LIVE YOU PLAY, uno dei contenuti storici di MIR Tech che quest’anno occuperà 4 padiglioni della fiera e ospiterà palchi sui quali si esibiranno dal vivo artisti del mondo musicale e del teatro per dare dimostrazione al pubblico della potenza e del fascino delle tecnologie all’avanguardia delle più rilevanti aziende di settore. A questi si aggiunge quest’anno una grande new entry: si chiama AMG Arena ed è un padiglione interamente dedicato al mondo broadcasting, ideato e realizzato da AMG International, la più importante realtà italiana di servizi di progettazione e allestimento di show a 360°. Saranno in mostra video wall, riprese in Ultra HD e contenuti 4K, fino ad un percorso interattivo nel backstage e un vero set cinematografico.

Un grande show che si rispetti però non è tale senza luci. Per questo saranno presenti in fiera ospiti di fama internazionale. Marco Balich - Chairman di Balich Worldwide Shows e Produttore Esecutivo di Cerimonie Olimpiche e grandi live show in tutto il mondo- che presenterà ‘Future is Illuminated’, talk show dedicato al mondo delle luci, capace di far vivere le emozioni che animano i grandi eventi; i lighting designer Marco De Nardi, Jordan Babev, Aldo Visentin, Marco Piva, Nicholas Di Fonzo e Marco Filibeck - autori degli spettacoli di luce di grandi artisti come Negramaro, Andrea Bocelli, Subsonica e tanti altri - saranno invece protagonisti di ‘Lighting Designers @Work’, il laboratorio che darà vita a un Visual Show. E ancora Audio Vivo, il seminario in programma lunedì 9 marzo che si occuperà di approfondire i principali aspetti audio di un evento o concerto come qualcosa di vivo, tangibile e dinamico, tramite sessioni tecniche e pratiche a cura di Angelo “Pavarotti” Camporese, monitor e sound engineer degli spettacoli di Laura Pausini. Elisa, Eros Ramazzoti, e i fonici Adriano Brocca e Alberto “mente” Butturini.

Ci sarà inoltre una Dj Zone, con alcuni dei DJ icone del momento, come il duo Merk & Kremont che racconteranno nel corso di un panel la loro storia, dai primi passi mossi nel DJing alle produzioni che sono diventate delle Hit fino alle performance live che hanno infiammato i dancefloor di festival e club in tutto il mondo.

Il calendario completo degli eventi è disponibile sul sito ufficiale di MIR Tech: www.musicinsiderimini.it


giovedì 13 febbraio 2020

0

Al teatro Tam in anteprima le novità di Made in Sud

L'attesa si accorcia, il gran ritorno televisivo di Made in Sud si avvicina. È per questo che la compagnia di comici incrementa maggiormente le prove tecniche di trasmissione al teatro Tam di Napoli. Ogni giovedì infatti si perfezionano gli sketch, sempre più esilaranti, anche in base al responso del pubblico del teatro, al quale viene offerta una cena spettacolo e tutte le novità in anteprima di Made in Sud. 

Divieto assoluto infatti a foto e video per non diffondere le novità che andranno in onda nella prossima edizione del programma: i nuovi personaggi, tutti da scoprire, resteranno segreti per coloro che riusciranno a prenotarsi per la serata. I partecipanti infatti verranno selezionati fra le richieste che di volta in volta arrivano sulle pagine social del teatro Tam, dove è possibile ricevere in posta tutte le informazioni.

Importanti ritorni e new entries a Made in Sud: ma per restare aggiornati al momento e conoscere le novità in anteprima gli artisti e tutto lo staff vi aspettano al Tam ogni giovedì.



domenica 26 gennaio 2020

0

Napoli, al Tam la festa di Mariano Cecere: uno spettacolo dedicato all'imprenditore napoletano


Fra gli eventi più cool dell’ultimo weekend di gennaio a Napoli un grande party per festeggiare il 37esimo compleanno del noto imprenditore napoletano Mariano Cecere, titolare insieme ai suoi storici soci dei locali più in voga della città fra cui lo S’Move, lo Square, nonché gestore del teatro Tam dove si è svolta la festa.


La raffinata location, che ogni giovedì ospita le prove tecniche di trasmissione di Made in Sud, non poteva mancare lo spettacolo: ad animare la serata dal palco la brillante performance di Mariano Bruno, uno degli artisti più amati di Made in Sud, che ha fatto sbellicare dalle risate i presenti. Numerosi gli amici e i parenti accorsi che hanno riempito il locale, e fra questi il fratello consigliere Claudio Cecere, l’assessore Alessandra Clemente, l’ex sindaco di Volla Andrea Visco e il pittore Carlo Cordua, che ha omaggiato Mariano con una delle sue meravigliose opere. 



Qualche assenza tuttavia si è sentita: “L’influenza ha tenuto lontano i miei soci nel lavoro, ma soprattutto nella vita, Marco Donzelli e Giuseppe Pollio”, ha fatto sapere l’imprenditore. Presente l’altro amico e socio Maurizio Capuano, che non poteva mancare ai festeggiamenti.


Dal rustico al dolce serviti con classe dallo staff attento del Tam, che ha deliziato gli invitati con diverse degustazioni e un vastissimo assortimento di dolci e torte per ogni gusto. Qualcuno dei presenti l’ha definita una festa indimenticabile, curata con attenzione nei dettagli: dalle luci al servizio in una location particolare resa ancora più calda e accogliente per l’occasione.


Ma a farla padrone soprattutto i momenti dedicati all’amore e ai sentimenti: il festeggiato ha infatti voluto rivolgere un pensiero speciale alla moglie, Ilaria D’Onofrio. “Da quando la conosco ogni anno resta lei il mio punto fermo. Ilaria è la mia compagna, la mia amica, il mio sostegno nei momenti difficili, la mia gioia, la cosa che illumina ogni giorno della mia vita e la persona con la quale voglio condividere tutti i compleanni che verranno. E spero di ritrovare sempre tutto il vostro affetto e i miei amici più fidati ogni anno che verrà”, ha tenuto a sottolineare l’imprenditore con un brindisi che ha lasciato tutti con un sorriso in più e un messaggio positivo dritto al cuore.





giovedì 12 dicembre 2019

0

Made in sud, ecco come far parte del pubblico del teatro Tam

Nuova edizione del laboratorio teatrale di Made in Sud e tante, tantissime risate: ogni giovedì al teatro Tam di Napoli riprendono infatti le prove tecniche di trasmissione in attesa della nuova stagione televisiva in onda dal prossimo febbraio su Raidue.


Non mancheranno le sorprese, e accanto al cast storico anche new entries provenienti da altre regioni d’Italia, tutti pronti a testare i nuovi pezzi sul pubblico del Tam, selezionato ogni settimana fra le numerose richieste: solo pochi fortunati potranno assistere alla cena spettacolo e conoscere in anteprima le novità per una serata esclusiva insieme agli attori del format.

Gli spettatori prenderanno parte attiva alla realizzazione della nuova edizione di Made in Sud: saranno infatti come una vera e propria giuria. Solo gli sketch che faranno maggiormente divertire i presenti verranno riproposti in Rai, e sarà tutto deciso a suon di risate.

Per partecipare all’evento è possibile contattare lo staff del teatro Tam attraverso la pagina Fb o Instagram lasciando i propri recapiti nella posta privata e specificando il numero di persone che compongono il gruppo: ogni settimana verranno sorteggiati i fortunati che potranno prendere parte attiva allo spettacolo e godersi la serata curata attentamente da Giuseppe Pollio e Marco Donzelli insieme ai loro beniamini e godersi una deliziosa cena dai sapori partenopei in un’atmosfera gioviale e accogliente.


Social Time

Facebook
Like Us
Google Plus
Follow Us
Twitter
Follow Us
Pinterest
Follow Us

Subscribe to our newsletter

(Get fresh updates in your inbox. Unsubscribe at anytime)